I consigli di un addestratore cinofilo (1)

1. Pedigree o non pedigree

Sgomberiamo subito il campo da un luogo comune scorretto: un pedigree non è un “certificato di nobiltà” e la sua assenza non rende “meno cane” il nostro amico a quattro zampe, se ne è sprovvisto. D’altra parte è vero, tuttavia, che non avere il pedigree ci impedisce di poter dire che è un “cane di razza pura”, neppure se è morfologicamente identico ai cani della razza a cui è genericamente attribuito.

chihuahua-cucciolo
La reale importanza del pedigree dipende dalla possibilità di selezionare i riproduttori – i genitori del nostro cucciolo di Chihuahua, per esempio – in base a precise caratteristiche morfologiche e caratteriali, che rappresentano una garanzia di salute e di rispetto degli standard della razza. L’attenzione alla salute dei riproduttori e delle cucciolate è infatti fondamentale: un cucciolo con un buon corredo genetico renderà più semplice la vita a noi ma, soprattutto, a lui.
Come istruttore cinofilo professionale posso quindi dire che il pedigree non rende “migliore”, più lodevole o degno il nostro cane, ma ne certifica legalmente l’appartenenza alla razza pura ed è una garanzia di salute.

 

Ti è piaciuto questo consiglio? Se vuoi saperne di più o ti piacerebbe un consiglio personalizzato da parte del nostro consulente puoi rivolgerti a Simone di Dog Valley.DOGVALLEY_DISEGNO_1_VERT

Alla prossima settimana!

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...