Il comando “vieni” (l’addestramento in 9 mosse)

6) Il comando “Vieni”

Il comando “vieni” si usa ogni volta che vogliamo che il nostro cane ci raggiunga. È un comando molto importante perché usato al momento giusto può evitargli di finire nei guai quando è libero dal guinzaglio.

Il comando “vieni" si usa ogni volta che vogliamo che il nostro cane ci raggiunga. È un comando molto importante e va insegnato come si deve

Associamo il comando a una ricompensa e lodiamolo con parole come “bravo” e “bene” quando obbedisce. Prima, proviamo senza guinzaglio in un ambiente chiuso, come in casa e, in un secondo momento, spostiamo l’addestramento in spazi pubblici: deve imparare a seguire le nostre indicazioni anche quando è distratto dall’ambiente, così ricco di stimoli e odori. In questo modo gli insegneremo a raggiungerci anche da lunghe distanze.

Il comando “vieni" si usa ogni volta che vogliamo che il nostro cane ci raggiunga. È un comando molto importante e va insegnato come si deve

Dal momento che si tratta di un comando molto importante, la ricompensa dovrà essere straordinaria. Obbedire al comando “vieni” dovrebbe allietare la giornata del nostro Chihuahua, è quindi mportante non creare un’associazione negativa. Indipendentemente da quanto siamo irritati, è sempre meglio non rafforzare il “vieni” con rabbia. Anche se siamo furiosi perché ci è sfuggito dal guinzaglio e siamo costretti a rincorrerlo, dimostriamogli affetto quando alla fine obbedisce al comando. Ricordiamoci che il cane associa la lode all’ultima cosa che ha fatto. Non rimproveriamolo sempre, non strattoniamolo e non urliamo, altrimenti considererà l’ordine di venire da noi come una cosa negativa.

Il comando “vieni" si usa ogni volta che vogliamo che il nostro cane ci raggiunga. È un comando molto importante e va insegnato come si deve

Non dobbiamo nemmeno associare il “vieni” a una conseguenza poco piacevole, come fare il bagno, tagliare le unghie o pulire le orecchie, ma deve sempre anticipare qualcosa di divertente. Se invece abbiamo in programma qualcosa che il nostro topino non gradisce, lo andiamo a prendere direttamente e, per fargli accettare il compito con più facilità, bisogna cercare di calmarlo e magari dargli anche una ricompensa (che è sempre ben accetta!).

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...